?

Log in

war
Lost in translation
EVERYTHING HAS A PRICE 
21st-Oct-2011 09:27 pm
war

Titolo:Everithing has a price
Autore:Fail Lidah/Bommie
Gruppo:Shinee
Personaggi:Choi Minho,Lee Taemin(2MIN)
Genere:oneshot;lemon;angst;romance;
Avvertimenti: slash;au;
Rating:NC-17
ConteggioParole:5465
Riassunto:
Credete nel colpo di fulmine?anche in situazioni estreme?era la prima volta che il giovane Taemin provava qualcosa con un suo cliente...
Note:credo di essermi presa delle libertà narrative tecniche o forse no in questo primo tentativo di angst...ma siate clementi non sono un uomo e non faccio questo mestiere né l'assistente sociale ecco XD.Non mi sono ispirata a Pretty Woman ma vagamente al manga The boys next door di kaori yuki e Queer as folk.Su efp l'ho postata come long anche se è nata come one shot,quindi qui le citazioni che ho usato a inizio secondo e terzo cap le lascio nella stessa posizione
disclaimer:ipersonaggi non mi appartengono

“E' la prima volta che ho un cliente così giovane... di solito sono tutti uomini di mezz'età... ah no ci sarebbe quello spilungone... sì se non erro ha 26anni lui... ma tu sei molto più giovane...”
Minho osservava in silenzio e immobile la schiena di quel ragazzino di si e no 18 anni che continuava a blaterare mentre si sfilava con noncuranza gli abiti.
“Tu che fai non ti spogli?” gli chiese poi voltandosi e trovando l'altro fermo come uno stoccafisso
“Vuoi che lo faccia io?!”
“Ah n-no faccio io” se era possibile il tono lascivo e malizioso di quel ragazzino lo aveva messo ancora di più in imbarazzo. Eppure era stato lui ad avvicinarlo quella sera fuori al Babylon, la discoteca dove andava spesso nei week end a divertirsi con gli amici, da un paio di settimane si era accorto di quel ragazzo carino dai capelli un po' lunghi biondi e il viso dolce che si appostava sul marciapiede di fronte al locale; quando poi si rese conto che si allontanava ogni volta con un uomo diverso capì anche quale lavoro facesse e perché si trovasse lì fuori… ma gli era piaciuto lo stesso e non riusciva a toglierselo dalla testa. In fondo Minho era fatto così:testardo e determinato.
Quella sera aveva raccolto i suoi soldi, non erano tanti eh, lui era solo uno studente e non sapeva sinceramente quanto costasse un prostituto. Gli si era avvicinato, il biondino l'aveva osservato con freddezza e si era fatto seguire senza troppi preamboli in un motel lì vicino.
Ora che lo osservava meglio però, lì di fronte a sé, senza maglia e illuminato dalla luce al neon della stanza, Taemin, questo era il nome del ragazzino, si rese finalmente conto della bellezza del suo nuovo cliente: il suo incarnato scuro,la bocca piccola e carnosa,certo aveva gli occhi un po' troppo tondi e sporgenti forse ma il suo viso era davvero bello per non parlare poi del fisico snello e scolpito. Senza farsi accorgere dall'altro il biondino sorrise lievemente, 'contento' che per una volta a scoparlo sarebbe stato un bel ragazzo prossimo alla sua età e non un uno dei soliti stempiati e insulsi uomini 'adulti'.
“Dai faccio io” Taemin gli si avvicinò e prese a sbottonargli i jeans.
“Io mi chiamo Minho e ho 18 anni.. tu.. tu quanti anni hai?Come ti chiami?”
“Il mio nome non è importante e non era necessario nemmeno dirmi il tuo... l'età penso di potertela dire... non credo che mi farai perdere tempo,come molti clienti,con manfrine inutili perché sono minorenne visto che lo sei anche tu!odio quando vengono da me e poi si fanno venire improvvisi e ipocriti scrupoli! Ne ho 17 comunque”
Il bruno aveva sperato che almeno ne avesse 18 come lui,ma prenderlo per un 21enne era inconcepibile,gli uomini che lo avvicinavano non potevano crederci sul serio.Stava diventando sempre più incerto,ma ormai era in quella stanza e non poteva più tirarsi indietro, o forse nemmeno lo voleva, c'era voluto tanto coraggio e faccia tosta che non aveva per andare con quel prostituto.
Finalmente erano entrambi nudi uno di fronte l'altro e Taemin era piuttosto sconcertato che il più grande non gli fosse ancora saltato addosso come di solito facevano gli altri, sì i suoi clienti, tranne il 26enne forse, erano dei porci arrapati che spesso non gli davano nemmeno il tempo di spogliarsi.
“Allora...?! Sei attivo? Passivo? C'è qualche fantasia in particolare che vuoi soddisfare con me? Non so... sculacciarmi? O vuoi che lo faccia io a te? Bondage? Ah chiariamo niente oggetti o pratiche strane o pericolose, ok?”
Ora era Minho ad essere sconcertato:a cosa diavolo era avvezzo quel ragazzino?Il bruno voleva semplicemente conoscerlo e beh certo fare sesso con lui, in fondo da quando l'aveva visto la prima volta desiderava toccarlo e baciarlo e magari parlargli un po', e offrirgli dei soldi per farlo era purtroppo l'unico modo che aveva avuto per avvicinarlo.
“No no non voglio fare nulla di particolare... sono attivo... credo!!”
“Ehi il mio tempo è denaro!” il biondino avvicinò ancora di più il viso a quello dell'altro “Non riesco a capire se sei solo un imbranato o per caso questa è la tua prima volta...” ma quando vide Minho distogliere lo sguardo dal suo e guardarsi intorno imbarazzato ebbe la sua risposta.
“Ah ok...non preoccuparti allora ti guiderò io” Taemin non fece altre domande in fondo non gli sembrava così strano che un ragazzo timido e silenzioso come quello a 18anni fosse ancora vergine e gli avevano insegnato a non porre e non porsi domande sul perché lo pagavano per fare sesso, così si limitò a sorridergli e Minho pensò che il ragazzino era ancora più carino senza quell'espressione dura e fredda. Il biondino lo prese per mano e lo condusse al letto dove entrambi vi salirono mettendosi in ginocchio l'uno di fronte l'altro.
“Hai i preservativi?”
“S-si” il moro si piegò verso i pantaloni a terra e ne tirò fuori alcuni dalla tasca porgendoli all'altro che annuì.Almeno che bisognava fare sesso protetto lo sapeva.
“Ok ok te lo metterò io... adesso rilassati e lasciami fare ok?”. Senza aspettare una risposta allungò una mano e afferrò il membro dell'altro iniziando a muoverla su e giù,divertito dalla reazione del più grande che si era irrigidito a quel contatto, era persino rilassante per una volta avere in mano le redini della situazione, quando lo ritenne pronto scartò un preservativo glielo infilò e si piegò in avanti per prendere la sua intera erezione in bocca.
Il più grande cominciò a gemere piano,suoni rochi e bassi,la testa inclinata in avanti ad osservare i movimenti dell'altro,si azzardò perfino ad infilare le dita tra i capelli del biondo accarezzandogli la nuca
'“Aaah! Fermo fermo!” Il più giovane ed esperto aveva intuito che il corpo del più grande era già prossimo all'orgasmo così invece di fermarsi come richiesto intensificò i suoi gesti .
“Mi-mi dispiace non...” tentava di scusarsi il moro per esser venuto un po' troppo presto ma non era proprio riuscito a trattenersi oltre, era così terribilmente teso e la bocca di Taemin così calda che quei pochi movimenti l'avevano mandato in estasi subito.
“Naa figurati, lo so che sono bravo” gli fece l'occhiolino e rimase colpito dal sorriso imbarazzato di Minho non capendo se era un modo carino per dargli ragione o semplicemente la sua frase lo aveva rassicurato, fatto sta che il più grande approfittò del momento azzardando un altro gesto: lo afferrò dietro la nuca e lo attirò a sé per baciarlo; finalmente prese l'iniziativa per qualcosa che desiderava fare fin dalla prima volta. Normalmente Taemin glielo avrebbe impedito, non permetteva ai clienti di baciarlo ma quel ragazzo era stato sleale lo aveva preso alla sprovvista e quando poi le loro bocche si erano unite e le loro lingue intrecciate il suo corpo era stato come percorso da una scarica elettrica,qualcosa mai provato prima e allora lo aveva lasciato fare. Gli concesse di succhiargli le labbra e di contornarle con la sua lingua prima di lasciarla entrare nella sua bocca e si erano baciati a lungo e con calma sentendo il più grande dei due rilassare il fisico man mano. Il biondino fu il primo a staccarsi, allontanò l'altro, che intanto lo aveva stretto a sé accarezzandogli la schiena con le sue grandi mani, tenendo la testa bassa. Non aveva il coraggio di guardarlo in volto così si limitò ad indietreggiare verso i cuscini, distendendosi e aspettando l'altro a gambe aperte.
Minho gattonò verso di lui e si stese sopra il ragazzo. Il più giovane prese la mano che gli stava accarezzando il viso in maniera dolce e imbarazzante e iniziò a leccare e succhiarne le dite una ad una poi la portò verso il suo sedere avvicinando un dito alla sua apertura.
“Sei sicuro??”
“Sì...fidati è meglio soprattutto per me” lo tranquillizzò Taemin. Il moro annuì e infilò dentro di lui un primo dito, poi un secondo muovendoli istintivamente dentro e fuori, osservando come il ragazzo sotto di sé si contorceva in base ai suoi movimenti e ascoltando attento i suoi gemiti e mugolii.
“Ora puoi... ma prima il preservativo...”
Era arrivato il momento,Minho era sì eccitato ma anche estremamente teso, era pur sempre la sua prima volta, stranamente però anche il più giovane si sentiva allo stesso modo ma per quanto lo riguardava forse ciò che lo agitava di più era la paura di quello che avrebbe provato diventando sempre più intimo con quel ragazzo; di sentire le stesse sensazioni provate durante quei baci se non qualcosa di più... ma non poteva fermarlo, era un cliente e doveva esser soddisfatto così sospirò forte rilassando più possibile i muscoli come faceva sempre per prepararsi a quelle violazioni e aspettò che il moro riuscisse ad entrare dentro di lui.
“Ti faccio male?” chiese Minho ancor prima di iniziare a muoversi poichè l'aveva visto mordersi il labbro e aveva sentito le sue dita arpionarsi alla sua schiena . Era la prima volta che qualcuno gli chiedeva una cosa simile,di solito i clienti solo perché lo pagavano si credevano di poter far del suo corpo tutto ciò che volevano senza alcun riguardo, spesso non si preoccupavano neppure di prepararlo ed entravano dentro di lui con prepotenza, nemmeno l'uomo che comprò a caro prezzo la sua verginità qualche mese prima lo trattò con un minimo di gentilezza,a niente valsero le sue lacrime silenziose e il suo tremare.
Fece di no con la testa e afferrò il suo viso per baciarlo. Minho si abituò presto ad essere nello stretto orifizio del biondino così cominciò man mano a muoversi acquistando ritmo e vigore. Taemin intanto aveva allacciato le sue gambe ai fianchi dell'altro per sentirlo meglio,più a fondo e più il bruno spingeva più i suoi mugolii diventavano incontrollabili e la sua libidine cresceva, trovando addirittura sexy i versi rochi emessi dal più grande contro il suo viso. Non aveva mai realmente provato piacere mentre veniva scopato dai suoi clienti anzi molto spesso, quando non pretendevano che venisse anche lui o non sapevano scoparlo Taemin si limitava a farli venire dentro di sè, ma questa volta era diverso, sentiva l'eccitazione crescere nel suo basso ventre sebbene i movimenti dell'altro fossero goffi e maldestri ritrovandosi addirittura a chiedergli tra un gemito e un altro di dargli di più .Con il viso nascosto nella spalla del più giovane Minho cercò di darsi da fare finché entrambi non vennero, il biondo gridando il nome dell'altro.
“Come mai fai questo lavoro?”
“Semplice. Non mi bastano i pochi spiccioli che mi danno i miei genitori e a me piacciono le cose costose..” rispose in fretta il piccolo mentre si rivestiva, ma quella non era la verità : i suoi genitori erano morti quando era un bambino e a 16anni,stanco di subire soprusi nell'orfanotrofio/casa famiglia dove era ospite,una notte fuggì sperando, da ingenuo, in una prospettiva di vita migliore ma incappò nelle amicizie sbagliate, persone che gli avevano promesso protezione e invece lo misero sulla strada.
“Ma perché non fai altro?!”
“Tsk così è molto più semplice... comunque non giudicarmi, cosa può capirne un ragazzo benestante come te” e indicò con lo sguardo i vestiti di marca di Minho che erano sul pavimento.
Il più grande strinse i pugni ma non aggiunse altro non sapendo come convincere una persona che aveva fatto una tale scelta sebbene fosse sbagliata e pericolosa.
“Voglio rivederti!”
“Certo... nei tuoi sogni!” Taemin gli fece l'occhiolino e uscì in fretta dalla stanza.
Quando Minho si voltò verso il comodino accanto al letto si accorse che il ragazzo non aveva preso i soldi che aveva richiesto appena entrati nella stanza d'albergo.Si infilò in gran fretta solo i jeans e corse giù fino alla hall di quella bettola ma il biondino si era già dileguato.

-"non credevi che chi fa questo mestiere potesse essere ferito vero?Pensavi che lo facesse solo perchè gli piaceva ,vero?Per fare questo mestiere non basta aprire le gambe come fanno le donne.Non servono nè l'orgoglio nè la morale.Almeno tu..volevo che almeno tu mi trattassi in modo diverso dagli altri"
"Hai detto che ...questo tipo di vita è shifoso.Ma.. allora perchè gli uomini cercano di condividere questo piacere arrivando a tanto"
"Tutti cercano la loro anima gemella.Ma trovare una persona simile è impossibile..quindi cercano di unire i loro corpi a quelli degli altri con la forza ...per unire le loro anime,anche se per poco tempo.Non importa se si tratta di un sogno comprato per una sola notte.E' un atto ridicolo..E'triste e molto anormale."[da the boys next door di Kaory Yuki]

“AH!non toccarlo fa male!”
“Come ti sei fatto questo brutto livido?”

Il protettore di Taemin era stufo di tenerlo a parcheggio ,l'ultima volta aveva addirittura guadagnato poco e ora si era anche messo a star male e a cacciar fuori mille lamentele su ogni cliente,cosi dopo tre giorni di “vacanza”l'aveva picchiato e l'aveva avvertito che era meglio per lui se riprendeva a lavorare senza troppe storie. Per fortuna il biondino non dovette spiegare come mai non avesse preso i soldi dall'ultimo cliente poiché quell'uomo non lo sorvegliava a vista per tutta la notte ma fu costretto ad inventare la balla di aver preso troppo freddo e di non farcela a lavorare,quando invece era lui stesso a procurarsi i conati di vomito appena non era visto.La verità era che dopo esser stato con quell'ingenuotto dagli occhi a palla e di poche parole odiava quello che faceva e i suoi clienti ancora di più.Non gli andava di farsi toccare da loro o assecondarli nelle loro depravazioni(a volte alcuni abituali osavano persino dirgli che lo 'amavano')né di prendere i loro sporchi soldi...voleva solo rivedere quel ragazzo...quel Minho...aveva iniziato a fantasticare di esser un suo compagno di scuola,un ragazzino qualunque e spensierato come lui e di poterlo vedere così tutti i giorni...ma quando poi ricevette quello schiaffò si risvegliò,era stupido pensare che avrebbe rivisto il moro ed era stato ancora più stupido pensare di poter scappare da quella vita e da quell'aguzzino,qualcuno che ci aveva provato prima di lui era finito davvero male,così si fece accompagnare fuori al Babylon senza protestare ulteriormente.
Il primo cliente dopo Minho fu Jungmo,lo spilungone 26enne,questi era un chitarrista e si esibiva spesso con il suo gruppo in una livehouse a pochi passi dalla discoteca,di solito dopo passava con l'auto di fronte il Babylon e quando lo trovava si caricava il biondino,portandolo al solito motel.Ciò che fu terribile per Taemin quella sera fu intravedere Minho dal finestrino dell'auto fermarsi esattamente nel punto in cui l'aveva avvicinato la prima volta guardandosi intorno come alla ricerca di qualcuno...
“Sono solo caduto e ho sbattuto la faccia tutto qui”
“si certo Taemin...immagino”il più grande si limitò a scuotere la testa e accettò quella risposta senza indagare oltre...in fondo non aveva pagato per sentir parlare quel ragazzino delle sue disgrazie.
Mentre l'altro era sceso a baciargli e a toccargli il corpo Taemin lasciò vagare il suo sguardo per la stanza ,era la stessa che poche notti prima aveva condiviso con Minho,ironia della sorta tra tante camere che aveva quella sudicia bettola dove di solito portava i clienti gli era capitata proprio quella .I suoi ricordi di quella notte furono presto interrotti bruscamente dalla voce di Jungmo,toccava a lui adesso darsi da fare così ubbidiente Taemin invertì le posizioni sistemandosi tra le gambe dell'altro per iniziare cosi a stuzzicare la sua decisamente grande erezione con le mani e la bocca.
“aaah Taeminnie sei davvero bravo...continua così!”lo incitava il moro spingendo con una mano sulla sua testa
Quando il biondino ebbe finito il chitarrista si sporse dal letto,afferrò i suoi jeans e sfilò la cintura dai passanti,Taemin lo guardò terrorizzato.
“ehi non guardarmi così non voglio mica picchiarti con questa ...forza voltati”e con le mani gli fece capire la posizione in cui voleva vederlo.Taemin ubbidì di nuovo tanto era abituato a dover mettere in bella vista le più intime parti del suo corpo,si voltò mettendosi a quattro zampe,con le spalle piegate in avanti,aspettando la mossa del più grande,il quale gli si avvicinò e con la cinta strinse insieme i polsi del ragazzino e poi ne allacciò l'estremità alla spalliera del letto.
Lo afferrò per i fianchi,dopo averlo preparato sommariamente ed entrò dentro di lui con un'unica spinta decisa;tutto sommato il più giovane poteva sopportare quella novità nonostante il cuoio che gli segava i polsi perchè poteva tenere il viso nascosto nei cuscini.
“aww Taemin...sei...maledettamente silenzioso ...stanotte...non ti piace?!”
“Ah..s-sì mi piace!”mentì
“Allora fammi sentire...quanto ti piace...o forse per te non è abbastanza?!
'Ti faccio male?' il biondino si morse il labbro,non voleva sentire quella voce profonda nella sua testa.
Non ottenendo risposta Jungmo strinse ancora di più la presa sui fianchi di Taemin e cominciò a spingere dentro di lui con maggiore foga,riempiendo la stanza con i suoi versi animaleschi.
Allungò una mano in avanti verso il basso ventre dell'altro prendendo in mano la sua erezione cominciando a masturbarlo,aveva capito nonostante tutto che il ragazzino era con la testa altrove e voleva invece che lo sentisse con tutto se stesso,era una questione d'orgoglio,pretendeva che venisse con lui
“Scusami forse sono stato un po' irruento questa volta!ma tu eri così poco partecipe!”
“Fa nulla..hai ragione!”gli suonavano così ipocrite quelle scuse che evitava di guardarlo in volto  mentre gli accarezzava i polsi feriti,non doveva essere obbligatoriamente gentile coi clienti,non faceva il commesso,ma Jungmo era uno di quelli abituali,un guadagno assicurato e sapeva anche essere”generoso”.
“Ecco aggiungo dei soldi alla solita cifra...ci vediamo tra qualche giorno ok?”
Taemin guardò nauseato quella mano e i pezzi di carta che stringeva.
“certo...a presto allora!”lo congedò con freddezza e non appena lo spilungone lasciò la stanza si fece una doccia e scappò via di corsa da quella stanza.Arrivò fuori al Babylon senza più fiato,entrò addirittura nella discoteca,guardò nei locali attigui e nei vicoli ma ovviamente ormai di Minho non ce n'era più traccia.
Forse era meglio così,magari quel ragazzo era solo un altro Jungmo,col tempo si sarebbe rivelato sicuramente uguale agli altri clienti..sarebbe andato da lui per fare sesso ogni tanto e poi sarebbe scomparso..sì non valeva la pena di mettersi nei guai per lui.Entrò nel primo fast food aperto che trovò e spese in cibo caldo i soldi in più che gli aveva dato il chitarrista. L'indomani avrebbe ripreso la sua routine,magari avrebbe chiesto di cambiare zona dove battere così da non vedere quel ragazzo nemmeno per caso.

“His eyes upon your face
His hand upon your hand
His lips caress your skin
It's more than I can stand
Why does my heart cry?
Feelings I can't fight
You're free to leave me, but just don't deceive me
And please believe me when I say I love you “ [Roxanee-Moulin Rouge]
Se prima Minho non faceva altro che pensare a quel ragazzo, e si era addirittura preso la briga di pagarlo per poterlo avvicinare, dopo aver trascorso con lui quell'ora chiusi nella stanza di un motel, ne divenne quasi ossessionato. Non pensava ad altro all'infuori di lui. Era sicuro che anche l'altro aveva provato qualcosa quella notte facendo sesso con lui,quindi voleva rivederlo e conoscere il suo nome, voleva sapere la sua storia,quella vera, perché era convinto che gli avesse mentito sul perchè facesse quel mestiere(o forse semplicemente era difficile da concepire per un figlio di papà come lui che un ragazzino avesse fatto una scelta simile solo per soldi) .
Andò praticamente tutte le sere fuori al Babylon ma del biondino nessuna traccia, finché si decise a chiedere ad un altro ragazzo, che vedeva spesso bazzicare nei dintorni. Glielo descrisse meticolosamente e così seppe di un bar dove spesso il più giovane era rintanato in attesa di clienti che gli venivano procurati. La sera dopo Minho si infilò tra vicoli e vicoletti poco rassicuranti e raggiunse il locale dove trovò il più piccolo seduto al bancone, gli si avvicinò spedito.
“E tu che diavolo ci fai qui Minho?!”il biondino non credeva ai suoi occhi...come era
riuscito a trovarlo?
“Volevo vederti!”
“Sto aspettando un cliente!”
“Beh sono un cliente anche io! Ho portato i soldi... Aspetterò!”
“Ah sei venuto per... te l'ho detto non ho tempo adesso!” distolse il suo sguardo palesemente deluso da quello fin troppo deciso del moro e quando Taemin si voltò Minho si accorse di quel che rimaneva di un brutto livido sulla guancia del più piccolo.
“Cosa hai combinato qui? Come te lo sei fatto?” chiese allarmato mentre glielo sfiorava con le dita. 
“Un cliente un po' troppo manesco...” chiuse gli occhi per un attimo quando sentì quelle dita fresche sulla lividura che ancora doleva.
“Devi smetterla con questo lavoro!”
“Questi non sono affari tuoi Minho! Va via adesso!” disse guardandosi intorno.
“Allora rispondi ad una domanda prima:perché non hai preso i miei soldi quella notte?!” Taemin spalancò gli occhi, pensava che non l'avrebbe mai più rivisto, quindi quando lasciò sul comodino la cifra pattuita perchè si sentiva confuso e non gli era sembrato corretto prenderli avendo goduto anche lui,non si aspettava certo di doverne dare spiegazioni un giorno.
“E tu perché sei venuto a perdere la verginità con uno come me? Perché adesso sei qui? Inutile domandarlo...sei come tutti gli altri...”
“Perché... perché mi piaci e volevo rivederti!”
“Tsk sai quanti fin'ora si sono innamorati del mio bel faccino?!” fece per allontanarsi ma Minho lo afferrò per il polso.
“Ahi!”il bruno non aveva stretto poi così tanto,sospettoso tirò su di poco la manica della maglia del biondino
“E' vero...non sono tanto diverso dai tuoi clienti eh?Ma lo dico sul serio,dammi la possibilità di conoscerti...parlami di te...”la sua espressione era triste e corrucciata mentre passava il pollice sulla ferita intorno a quell'esile polso,sembrava come se qualcuno lo avesse legato.
“Questo non è possibile,sto lavorando e non posso perder tempo con i ragazzini viziati ... adesso lasciami andare!” sibilò a denti stretti guardandosi per l'ennesima volta intorno.
“Taeminnie che succede??”
Minho sentì il braccio del più piccolo tremare leggermente
“Niente ajusshi è solo un cliente... ma ne sto aspettando un altro!”
“Chi è quell'uomo?”
“E' Lee Soo Man, il mio 'capo' !” bisbigliò Taemin.
“Ah non preoccuparti, hai tempo prima che l'altro arrivi... qualcosa potete fare” suggerì l'uomo prima di fulminare il ragazzino con lo sguardo.Taemin afferrò Minho e lo trascinò fuori dalla porta di servizio che dava su un vicolo cieco dietro al locale.
“Lo faremo qui e dobbiamo anche sbrigarci!”
“Cosa?! Qui fuori?!”
“Sei venuto per questo no?!E non preoccuparti non ci viene mai nessuno qui dietro...” lo tranquillizzò il biondino mentre aveva iniziato ad armeggiare con la chiusura dei pantaloni dell'altro.
“Taemin aspetta!Non dobbiamo per forza,i soldi te li darò lo stesso!!Io... io vorrei parlarti e...”ma la mano del più giovane si era già insinuata nei suoi pantaloni toccandolo smaniosamente.
“Baciami Minho... per favore” il moro guardò il viso supplichevole di Taemin e non se lo fece ripetere una seconda volta,lo strinse tra le mani e unì le loro bocche, gli erano mancate quelle labbra e dalla foga con cui l'altro lo baciava evidentemente la cosa era reciproca.
Fu come al solito Taemin a staccarsi per primo, a testa bassa si voltò, si slacciò i pantaloni neri di pelle e poggiò le mani contro il muro.
“Minho sbrigati!”lo incitò
“Taemin...”
“Ti voglio Minho...sei l'unica persona che voglio sentire dentro di me...”
Il bruno annuì e gli si avvicinò,gli accarezzò la schiena scendendo fino al suo sedere e poi lo penetrò piano, una mano poggiata sul fianco di Tae mentre l'altra andò ad intrecciarla con quella del più piccolo contro la parete.Quando,finito il veloce amplesso,Minho poggiò qualche istante la fronte sulla sua schiena tentando di riprendersi, sentì il corpo di Taemin come tremare sotto di sé... stava piangendo. Il bruno si ricompose immediatamente, lo fece voltare , sistemò anche lui poi afferrò il suo viso tra le mani posando preoccupato piccoli baci sulle sue guance bagnate.
“Ti prego Minho non tornare più ti prego!ci metteremo nei guai...”
“Non mi importa Taemin voglio stare con te!”
“So-sono io che non voglio più rivederti!!”
“Non sei credibile sai?”poggio la fronte contro quella dell'altro”Perché non prendesti i miei soldi? Rispondimi...”
“Era la tua prima volta… tu mi avevi scelto.. io non ebbi questa possibilità... mi hai trattato bene e non lo so non li ho voluti prendere!” farfugliò.
“Solo per quello?! Una persona che fa sesso per soldi fa un regalo del genere?”
“Cosa credi che solo perché mi faccio pagare non abbia dei sentimenti anche io?” lo allontanò da sé con uno strattone.
“Perché non li hai presi?”
“Perché sei stato gentile... perché ho provato qualcosa quella notte quando mi baciasti e per il modo in cui mi accarezzavi... qualcosa mai provata prima… per la prima volta mi era piaciuto fare sesso! Anche io speravo di...rivederti...non pensavo ad altro”
“TAEMIN!! E' arrivato l'altro cliente sbrigati” il biondino si asciugò in fretta gli occhi e si incamminò verso il ragazzo che era venuto a chiamarlo, Minho fece per seguirlo ma quel tipo gli si piazzò davanti.
“Non farlo,tornatene a casa! Questo non è un posto adatto a ragazzini come te!”
“Ma io devo parlargli!”
“Lo metteresti ancora di più nei guai... vattene e non cercarlo più”
La frase allarmò il moro che bloccò l'altro prima che potesse chiudergli la porta in faccia.
“Taemin è nei guai?” l'altro ragazzo sospirò ”Se adesso te ne parlassi mi metterei nei guai anche io... ma mi dispiace troppo per quel moccioso” quello che si rivelò essere uno dei dipendenti del bar chiuse la porta dietro di sé.
“Non hai visto il livido che ha in faccia?!”
“Certo! Ha detto che è stato un cliente...”
“Ma quale cliente! E' stato Lee Soo Man, il suo protettore! Taemin negli ultimi giorni era strano... irrequieto... sospirava in continuazione e protestava più del solito sui clienti... finché non ha fatto capire al suo capo di voler mollare. Lui ovviamente si è incazzato di brutto, gli ha mollato un ceffone e l'ha minacciato!”
“Quindi lui vorrebbe mollare questa vita!! Eppure mi ha detto che ha scelto lui... per i soldi..”
“Cosa?! Certo per i soldi ma non ha avuto tutta questa libertà di scelta! Arrivò qui che era senza genitori ed era scappato da chissà dove... e quel bastardo se ne approfittò. Prima conquistò la sua fiducia poi quando capì che il faccino di quel ragazzino attirava clienti come il miele le api iniziò a venderlo... ora da bravo torna a casa e non farti vedere più questo non è un posto per quelli come te...”
Minho strinse i pugni e ingoiò il magone. Sarebbe entrato dentro per trascinare via Taemin ma sapeva che sarebbe stato un gesto istintivo completamente inutile, ora doveva solo andarsene e trovare una soluzione al più presto.
“Aspetta!! Taemin blaterava di un ragazzo... di un cliente giovanissimo... bello e gentile... sei tu allora!” Minho ringraziò il giovane per le informazioni e si congedò.
Era un tormento per Minho il ricordo del viso di Taemin in lacrime,voleva liberarlo,voleva che nessuno mettesse più le mani su di lui,ma si sentiva impotente,non sapeva cosa fare e quel Lee So Man faceva davvero paura,così raccontò tutta la storia ad un paio di suoi amici intimi i quali tuttavia cercarono con i loro consigli di dissuaderlo dal rivedere quel ragazzino e tentare di salvarlo, ma fu tutto inutile. Il moro non smise di incontrare Taemin di nascosto e in quei fugaci attimi di intimità in cui riuscivano a stare insieme impararono a conoscersi l'un l'altro.Taemin comprese che per quanto Minho fosse silenzioso e dovevi torturarlo di domande per farlo parlare era un ragazzo competitivo e determinato e gli piaceva sentirlo raccontare aneddoti sulla sua famiglia e le competizioni sportive alle quali partecipava.Minho scoprì che se provavi ad andare oltre la sua maschera dura e sfacciata quel ragazzino aveva anche dei lati ingenui ed infantili e poteva regalarti i più dolci dei sorrisi.Spesso trascorrevano il tempo semplicemente abbracciati,accarezzandosi piano e fu in una di quelle occasioni che il biondino raccontò con fatica al più grande la sua storia,fatta di solitudine,abusi e violenze trovando sollievo e conforto nelle braccia dell'altro.Ma poi accadde l'inevitabile: i due amanti furono scoperti.
Era notte e, cosa che cercava di evitare solitamente, Minho era andato nel vicolo dietro quel bar, fu costretto anche ad aspettare che il suo Taemin “finisse” con un cliente ma quella sera doveva resistere assolutamente, doveva fargli una proposta urgente: aveva sentito al telefono Lee Jinki, suo caro amico del liceo che adesso frequentava l'università a Busan. Conosciuta tutta la storia questi gli aveva suggerito di far scappare Taemin e mandarlo da lui, lo avrebbe nascosto in qualche modo, in fondo dopo pochi mesi anche Minho sarebbe andato a studiare lì e i due ragazzi si sarebbero riuniti.
“Minho sei impazzito?! In qualche modo mi troverebbero e mi farebbero fuori e non oso immagina cosa farebbero a te! Ora va via da qui che Lee Soo Man ha dei sospetti e mi controlla più del solito!”
“Ma Tae dobbiamo provarci, organizziamo un piano... ce la possiamo fare! E' l'unica possibilità che abbiamo e io...sto diventando matto a pensarti con quegli uomini e in costante pericolo...”
Taemin gli si avvicinò e gli accarezzò il viso con le sue dita sottili
“Lo so che per te è difficile...sono stato egoista...dovevo scomparire dalla tua vita,ma adesso è più facile per me sopportare la mia,sapere che ho te mi fa resistere...ti rigrazio Minho ma...smettiamo di vederci...”
E quando il più grande stava per stringere a sé quel ragazzo ed esternare il suo disappunto,una voce risuonò forte e minacciosa tra le mura di quel sudicio vicolo
“Cosa succede qui fuori?! E perché quel ragazzino è di nuovo qui?!” il protettore di Taemin fece un cenno ai ragazzi intorno a lui che si avvicinarono ai due amanti bloccandoli.
“Dovresti smetterla di ronzare intorno al mio giocattolo sai?! Gli stai mettendo strane idee in testa... e non mi piace!” ad un suo nuovo cenno uno dei due scagnozzi che teneva Minho lo colpì più volte allo stomaco.
“Non è vero ajusshi! Lui è solo un cliente... lascialo andare!” Lee Soo Man scosse la testa e afferrò il mento di Taemin. ”Io gli do un tetto sulla testa, dei vestiti e da mangiare e lui in cambio lavora per me... è uno scambio equo vedi? E tu mi stai dando fastidio...”
“Schifoso bastardo!” sibilò il bruno tra i denti.
“Cos'è vi siete innamorati?non farmi ridere ragazzino,non crederti diverso dagli altri clienti!” lo afferrò per i capelli ”se ti vedo di nuovo in giro farò violentare e picchiare Taemin da loro” indicò i quattro ragazzi con lui ”fino a ridurlo in fin di vita davanti ai tuoi occhi... adesso sparisci!” L'uomo fece di nuovo un cenno ai due scagnozzi che si occuparono di Minho mentre gli altri due trascinarono dentro Taemin che si dibatteva e gridava il nome dell'altro.
Minho si risvegliò solo qualche ora dopo, le percosse gli avevano fatto perdere i sensi e ci mise un po' a capire che non era nemmeno nel vicolo dietro il bar ma chissà dove.
Ciò che era successo quella notte gli fece capire che la situazione era ben più grave e difficile da risolvere per due ragazzini da soli così prese un'importante decisione.
Tornò a casa, svegliò i genitori e si fece vedere in quelle condizioni ma prima di farsi accompagnare in ospedale a medicare raccontò loro tutto, che era gay che si era invaghito di questo Taemin,la sua storia e quello che era costretto a fare e che voleva assolutamente salvarlo ma aveva bisogno del loro aiuto,perchè da solo non poteva farcela anche se lo desiderava con tutto se stesso e pianse, pianse come un ragazzino quale ancora era. La storia non fu facile da digerire per i suoi genitori ma per fortuna di entrambi i ragazzi erano due persone comprensive che tenevano molto alla felicità del figlio e presero a cuore la storia del piccolo Taemin,ovviamente erano anche terrorizzati che Minho e Taemin messi alle strette avrebbero potuto fare qualche follia per questo non vietarono semplicemente al figlio di vedere l'altro . Si rivolsero alle autorità competenti e al proprio avvocato. Trovarono Taemin, che per la polizia era un ragazzo scomparso da un anno di cui si erano perse le tracce e riuscirono ad ottenerne l'affidamento mentre il suo aguzzino fu ovviamente arrestato.

Comments 
21st-Oct-2011 08:56 pm (UTC)
Adoro questa oneshot. L'ho letta in anteprima, l'ho riletta di nuovo e senza dirtelo l'ho riletta su efp *fugge* e l'ho riletta qui. Ciò per dirti che per quante volte la si legga, questa os non stanca mai.


Ormai tu lo sai egli sà, noi sappiamo, voi sapete, essi sanno che Taemin non riesco a vederlo così ;____;
Cioè no. Taemin che si prostituisce ;AAAA; E quel bastardo di Jungmo che lo violenta D: No. Non lo voglio accettare!!!!


Minho... Minho che si comporta da inesperto quando lo sai che a noi piace il Minho animale!!1!!11!ONETWOTHREE!!1!!!!


C'è. Uno come Minho che vicino a Taemin fà "Sono attivo... credo" che lo dici a fare kjfgvyhmtfnyhcf. Sei attivo punto! Uno come Minho passivo brrrrr mi vengono i brividi.


Vabè in conclusione già lo sai che mi piace tanto questa os come le altre tue ff.
Dopo efp conquisterai anche lj(?).
23rd-Oct-2011 02:47 pm (UTC)
ma che cariiiina te la sei letta anche di nascosto su efp?! ià almeno la terza versione di LJ ha delle correzioni rispetto ad efp X°D
Ma alla fine non è che l abbia fatto lascivo o pervert..semplicemente non poteva essere dolce e puccio visto il mestierie che fa :)!quell animale di jungmo ç_ç porello che gli ho fatto fareeeeeeeeee *si picchia
E ve lo farò il minho animale n bhjebhjbchje se non per la OS del compleanno ma ve lo farò!! perchè so che questo volete *piange ma ricordati che c è Jinki...mehehehehe
grazie amour mi fa piacere che ti sia piaciuta :) spero di migliorare col tempo :)
non ci tengo a conquistare LJ XD come nemmeno efp
24th-Oct-2011 09:55 pm (UTC)
Image and video hosting by TinyPic
Awww, leggerla tutta intera fa un altro effetto ;_; mi ha emozionata ancora di più!
Come ti ho già detto, questa fanfiction era difficile da scrivere perchè spesso questo tema è pieno di clichè stupidi o di scene di sesso descritte alla cavolo solo perchè uno dei due è un prostituto. In sintesi, quello che voglio dire, è che si capisce benissimo quello che prova Taemin per Minho non appena lo vede (e viceversa, anche se Minho lo aveva notato già molto prima), si capisce da come pensa sempre a lui, da come gli permette di baciarlo sì, mi ci sono fissata perchè secondo me è una cosa importante per tutta la fic! e ho adorato il modo in cui Minho insiste e continua a voler vedere Taeminnie, nonostante tutto!
Image and video hosting by TinyPic
Mi piacerebbe leggere una JongKey di questo tipo ç__ç *piange*
25th-Oct-2011 12:16 am (UTC)
in realtà non era intera ç_ç mancava l ultima parte ç_ç quando l ho sistemata usando wordpad mi sa che non ho copiato un pezzo odia LJ,ora l ho aggiunto e non fa nulla se non è uguale al resto(per l ennesima volta),mi arrendo *sospira
Non mi aspettavo che potesse emozionare sai ?!*le fa piacere.
Yep hai ragione,per questo ero indecisa inizialmente se scriverla, poi mi sono consultata con moglia chiedendole se certe scene o certi elementi non fossero banali(mentre ho consultato Anna per la parte emotiva),anche per questo non li ho fatti fuggire insieme nè ho voluto approfondire la parte burocratica che non conosco bene,al max se la tramutavo in long e facevo altri cap avrei approfondito i loro incontri clandestini e il discorso coi genitori caso mai XD ma lei e le long non vanno d'accordo
Aww sono contenta che si capiscano i sentimenti di entrambi,era quello che mi interessava o3o.Si hai ragione,il bacio è importante!cioè chi va a prostituti/e certo non ha interesse nei baci!mentre una cosa che Minho desiderava fare(essendo pure verginello)era proprio quello,infatti si rilassa un pò...ed essendo la prima volta che qualcuno approfitta per baciarlo e non per fare altro la cosa spiazza Minnie(oltre il bacio ci sarebbe tae nel vicolo che gli chiede sia di baciarlo che di scoparlo...ormai vuole sentire solo minho e visto che dopo aveva dei clienti...almeno stava con lui)
Ecco ho pensato a taemin come ad una gara sportiva...minho non si arrende X°D *si uccide
Angst con la jongkey al momento non ne ho in mente :/...loro mi ispirano altro X°D (ho 2 pwp =_= una che ho iniziato oggi ma mi è venuta in mente mentre ero per strada..se non le scrivo subito raramente le finisco e una songfic,e forse un altra songfic *le vuole sperimentare).Ho però abbozzato un altra angst 2min XD,mi sa che me le ispira minnie che nella realtà può essere anche il piu cazzuto dei ragazzini ma per me è picciiiiiiiiino >_< ,quindi la violenza su di lui c è tutta LOL e poi ha minho bchbchbch (ho abbozzato anche la OS per il compli di minho XD devo vedere solo se tutte ste ff le finisco LOL)
Sei stata troppo carina a rileggerla e a ricommentarla.... ,GRAZIE!!! <3
28th-Oct-2011 08:29 am (UTC)

E' stato difficile leggerla. E' stato davvero difficile leggerla. *cerca di riprendersi dalla 2Min angst*.
Avrei voluto leggere di più, magari una bella longfic con tanti capitoli. Mi piace molto l'inizio in cui Minho va da lui senza neppure sapere cosa fare XD. Piccolo Minho ç___ç lui era ancora inesperto, e avrei voluto leggere moooooolto di più su questa parte XD E sullo stalker!Minho che guardava da lontano Taemin.

Jinki che cerca di aiutarli FUCK YEAH! ç___ç! Anche se... anche se... JINKIIIII! çOOOç Lui non stava con nessuno? Nemmeno con Joon per fare una piccola JoonEw? *puppy-eyes*.

Non leggo molto volentieri le fanfiction se c'è sola la 2Min *muore*, ma questa mi è piaciuta quindi sei stata brava u_____u!
29th-Oct-2011 10:31 am (UTC)
ghghgh e ne ho iniziata un altra X°D
anche su efp mi hanno detto che volevano qualcosa in piu su alcune parti ma sì doveva diventare una long con piu di tre cap ma io non vado d accordo non le long T_T non ci riescoquindi anche sulle scene di sesso non mi sono soffermata molto(se no alla fine la OS diventava solo quello e non era il mio intento XD)*si giustifica
La Joonew la devi scrivere tu U_U *_*
Ti ringrazio per aver fatto questo sforzo >_< mi spiace ma io scrivo o jongkey o 2min XD e mi fa tanto piacere che ti sia piaciuta lo stesso *______* <3
30th-Oct-2011 09:06 am (UTC)
;OO; E' un peccato che tu non ami le fanfic lunghe!

çOç La scriverò allora prima o poi!
XD Le JongKey le amo, ma le 2Min proprio no çOç. Però farò sempre uno sforzo per leggere le tue!
31st-Oct-2011 12:41 am (UTC)
nono a me piacciono le fic lunghe sia OS che longfic e mi piacerebbe scriverne ma non ne sono tanto capace X°D *però ci sta provando
Aww ti ringrazio sei davvero tanto carina >///<
1st-Nov-2011 08:53 am (UTC)
Allora fatti coraggio e scrivine una! *W*!
1st-Nov-2011 12:52 pm (UTC)
due ne ho scritte all inizio anche se di pochi cap brevi (e sono 2minXD),le postai su efp.nel pc ne tengo abbozzate/iniziate ben tre una ontae e 2 jongkey..se le finisco... ^^
31st-Oct-2011 02:23 pm (UTC)
Anche se è un angst... e fino alla fine ho temuto che ci scappasse il morto (come su The boys next door, che adoro, tra l'altro!), alla fine la situazione si è risolta nei migliori dei modi!
Hai mai pensato di scrivere il continuo? Ma sono sicura che ora possono vivere la loro relazione alla luce del sole, e non c'è nulla di più bello!
Mi è piaciuto molto come hai narrato la loro vicenda d'amore, Minho è dolcissimo, e Taemin, anche se all'inizio era un po' restio, alla fine si lascia andare, si lascia amare e ama a sua volta!
Complimenti <3
1st-Nov-2011 01:58 pm (UTC)
ghghg avrei messo deathfic da qualche parte se lo era,poi non mi sento ancora di scriverne...XD
Mmmh no (anche perchè ho troppe FF da completare XD)e non ho voluto nemmeno rendere questa OS una long vera e propria perchè con le longfic non sono molto capace XD(c erano punti che mi aspettavo infatti alcune volevano che approfondissi XD)il finale l ho voluto lasciare molto aperto,nel senso mi premeva che tae si salvasse poi il come si sarebbe sviluppata la loro storia ho voluta lasciarla a voi..nel senso che sono giovani tanto possono esser rimasti insieme tanto no...:D
Mi fa piacere che ti sia piaciuto come ho narrato la storia tra i due *____* e che si capiscano i loro sentimenti :D
grazie mille <3
This page was loaded May 23rd 2017, 7:04 am GMT.